cerca nel sito
Privacy Policy
« La presentazione inizia con una auto-analisi sulla propria identità. | Main
mercoledì
mar162011

Dentro un cerchio anche il niente diventa un insieme.

 

Dentro un cerchio anche una superficie informe si organizza e diventa un’area finita e definita.

Il cerchio ha la proprietà di estrapolare ed enfatizzare. Un cerchio evidenzia e protegge, seleziona e comanda attenzione. L’azione di circoscrivere un microcosmo ci tranquillizza e ci dà un senso di sicurezza.  L’atto di creare un nostro particolare paesaggio domestico, finito e controllato, ci mette a nostro agio.

Quando siamo al telefono disegnamo con la matita conpulsivamente dei cerchi, attorno a un numero di telefono, attorno al logo di un cliente, attorno a una macchia di succo di frutta.

Quando vogliamo dare rilievo e importanza a una qualsiasi informazione tendiamo a proteggerla dentro muri di penna biro o di evidenziatore rosso scuro, che sicuramente non evidenzia ma crea muri praticamente invalicabili.

Vediamo questa pratica grafomane nel diplomatico e nella segretaria, nel grafico e nel medico ma anche nell’idraulico che cerchia il prezzo del suo intervento con tanta foga da stracciare la carta sulla quale sta scrivendo temendo forse che non abbiamo realizzato l’ammontare della (stratosferica) cifra.

 

Abbiamo riprodotto questo gesto nel realizzare il logotipo del Conference Centre di Gorizia, un enorme catino dentro il quale si incontreranno e si scontreranno idee e progetti, sostenuti da grafomani pronti a cerchiare qualsiasi cosa passi sotto gli occhi e fra le mani.

PrintView Printer Friendly Version

EmailEmail Article to Friend